Per Gruppo CAP 85 milioni di euro in investimenti

///Per Gruppo CAP 85 milioni di euro in investimenti

Premere sull’acceleratore della sostenibilità per far crescere il territorio della Città metropolitana di Milano. È quanto emerge dalla Rendicontazione non Finanziaria – Bilancio di Sostenibilità 2017 redatto da Gruppo CAP, l’azienda pubblica che gestisce il servizio idrico integrato di 200 comuni dell’hinterland milanese. 85 milioni di euro di investimenti in infrastrutture, 5 milioni in più rispetto al 2106, che hanno generato una distribuzione di valore aggiunto pari a 235 milioni di euro, con un incremento del 16% rispetto all’anno precedente.

Le perdite idriche registrano un trend in costante diminuzione: scese al 16%, uno dei dati migliori a livello italiano, la cui media si attesta sul 39% (fonte Utilitalia). Le emissioni di gas serra si sono ridotte di circa il 70% rispetto al 2016, grazie a una politica energetica basata esclusivamente sull’impiego di fonti rinnovabili certificate. Sul fronte dei fanghi di scarto derivanti dalle attività di depurazione delle acque reflue, solo il 2% è destinato a discarica, il resto viene recuperato e riutilizzato. Tutto questo grazie alle scelte  messe in atto da Gruppo CAP nello sviluppo di attività di circular economy, come per esempio la produzione di biometano e di fertilizzanti dai fanghi di depurazione.

Un riscontro positivo viene anche dal riutilizzo dell’acqua depurata per uso irriguo in agricoltura, che registra un incremento del 7%.

L’impegno costante in termini di gestione dell’oro blu si è esteso fino al monitoraggio dei consumi idrici aziendali, cosa che, alla fine di quest’anno, porterà la monoutility a rendicontare la sua prima Water Footprint, in accordo con la norma UNI EN ISO 14046:2016.

Sul fronte dell’innovazione, oltre all’implementazione del Water Safety Plan, il piano per il monitoraggio costante della sicurezza dell’acqua che segue la più avanzata normativa europea, – primi in assoluto ad adottarlo in Italia –è proseguita la campagna di smart metering che vede la sostituzione dei vecchi contatori con sistemi di nuova generazione che consentono la lettura e la gestione dei consumi a distanza con un evidente risparmio sulla lettura e un costante monitoraggio dei consumi e delle eventuali perdite.

Volgendo lo sguardo al sistema territorio, non si può non parlare del ruolo centrale di Gruppo CAP come volano economico per l’indotto locale, da cui provengono circa il 70% dei fornitori utilizzati per la progettazione e realizzazione di infrastrutture per il servizio idrico. Il che significa crescita e sviluppo per i 200 comuni dell’hinterland milanese, segno evidente del ruolo di Gruppo CAP per lo sviluppo del territorio. Proprio per questa sua posizione centrale nelle dinamiche sociali ed economiche locali, l’azienda presta una cura particolare a tutti gli aspetti di trasparenza, confermando le tre stellette nel rating di legalità.

E per il 2018-2022 è stato approvato – durante l’Assemblea dei soci –  il piano di investimenti da 107.9 milioni l’anno per gli interventi sul territorio pari a 57,8 euro per ogni cittadino: quasi il doppio rispetto a una media di 33 euro nel Nord Italia (Blue Book 2017).

By | 2018-05-23T12:58:17+00:00 23 maggio 2018|L'Ambiente, Notizie|Commenti disabilitati su Per Gruppo CAP 85 milioni di euro in investimenti