Conferenza globale sul riciclo delle materie plastiche

///Conferenza globale sul riciclo delle materie plastiche

I leader del settore si sono incontrati a Sofia, Bulgaria, per condividere le visioni future relative ai rifiuti in plastica. Inoltre, gli ospiti delle diverse conferenze hanno potuto vedere l’innovativa tecnologia di riciclo di TOMRA al lavoro.

Leader e influencer del mondo del riciclo e della gestione dei rifiuti si sono riuniti alla TOMRA Leads Global Conference 2019 per discutere le soluzioni ai problemi posti dai rifiuti in plastica. Con il tema “Riciclare in un mondo di plastica”, l’evento di due giorni, tenutosi il 4 e 5 giugno a Sofia, Bulgaria, si è focalizzato sulle tendenze e le innovazioni lungo tutta la filiera della plastica.

TOMRA Leads Global Conference

Si è trattato della terza conferenza TOMRA Leads Global Conference, un evento che si tiene ogni due anni ed è pensato per condividere le conoscenze e accelerare i progressi nel riciclo e nella gestione dei rifiuti attraverso discorsi, presentazioni, discussioni e opportunità di networking. Parte dell’evento, la visita all’impianto Integra Plastics a Elin Pelin, nell’immediato circondario della capitale.

Approfondimenti da parte degli esperti del settore

Il secondo giorno della conferenza, relatori di alto profilo hanno condiviso gli studi di esperti del settore sui trend del mercato del riciclo, sull’economia circolare e sul ruolo delle materie prime vergini, oltre che sui modelli di investimento finanziario. Tom Eng ha aperto questa parte della conferenza con un discorso di benvenuto dal titolo “Il futuro del riciclo. Siete pronti?” Molte risposte a questa domanda sono state date nelle presentazioni e nelle successive tavole rotonde.

Durante la mattinata sono cinque le presentazioni. Il Dr. Volker Rehrmann, vicepresidente esecutivo e responsabile dell’economia circolare di TOMRA, ha condiviso la prospettiva di TOMRA sull’economia circolare e sul ruolo che TOMRA svolgerà. Dr. Andy Grant, Direttore tecnico di Eunomia Research & Consulting, ha parlato dei sistemi di raccolta dei rifiuti e dell’impatto sul riciclo della plastica.

Herman Van Roost, Business Development Manager Recycling, TOTAL Refining & Petrochemicals, ha presentato i fondamenti circolari della plastica e le sfide dell’innovazione. Il professor Ed Kosior, amministratore delegato della società di consulenza Nextek, ha parlato della riciclabilità delle materie plastiche. E Iilya Kardashliev, Principal Banker del Dipartimento Infrastrutture della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, ha spiegato i modelli finanziari a sostegno degli investimenti nel riciclo della plastica.

Nel pomeriggio, i visitatori hanno avuto la possibilità di partecipare alla conferenza sul riciclo della plastica o alla conferenza sulla legislazione in materia di riciclo, che si è svolta contemporaneamente. Entrambe le conferenze sono state seguite da tavole rotonde.

La prima conferenza si è concentrata sul superamento delle sfide nella filiera della plastica. László Székely, Head of New Plastics Economy di TOMRA, ha aperto i lavori prima di lasciare la parola a Graeme Smith, Innovation and Sustainability Manager del gruppo Mondi Group, specializzato in imballaggi e carta.

La seconda conferenza ha avuto come fulcro lo scambio di informazioni e idee su come le aziende di riciclo e gestione dei rifiuti devono rispondere all’evoluzione della normativa in materia.

Tina Adjic, una consulente senior di ADSinsight, ha fornito un aggiornamento sulla legislazione comunitaria in materia di rifiuti.

In seguito, Fabrizio Radice, Vicepresidente Global Sales & Marketing di TOMRA Sorting Recycling, ha esaminato come la nuova legislazione influirà sulle pratiche di riciclo attuali e cosa sarà richiesto ai nuovi progetti dei produttori di imballaggi.

La visita allo stabilimento

Per vedere il riciclo della plastica in azione, i delegati della conferenza hanno avuto la possibilità di visitare i nuovi impianti Integra Plastics da 40 milioni di euro alla periferia di Sofia, inaugurati nel febbraio 2019. Il nuovo stabilimento impiega 85 persone e 14 macchine TOMRA AUTOSORT.

Una delle AUTOSORT è equipaggiata con il sistema Laser Object Detection (LOD) e due delle AUTOSORT presenti sono state sviluppate appositamente per questo impianto, per selezionare i materiali flessibili neri. L’impianto ha la capacità di riciclare 40.000 tonnellate/anno di pellicola post-consumo di colori misti.

Un occhiata alla metodologia di produzione

La specialità di Integra è la produzione di polietilene a bassa densità (LDPE), polietilene ad alta densità (PEHD) e granuli di polipropilene (PP).

Il processo di riciclo della plastica inizia con l’arrivo dei rifiuti plastici nelle balle, che vengono aperte e poi tagliate da grandi trituratori. Il materiale triturato si muove lungo più di un chilometro di nastri trasportatori, dove un magnete e un vaglio filtrano materiali indesiderati come il metallo ed altre particelle sottili.

Successivamente, il materiale viene selezionato dalle macchine TOMRA e diviso, se necessario, fino a sei flussi differenti per tipo di poliolefina e colore, prima che la plastica venga lavata a caldo.

Dopo il lavaggio e l’asciugatura, i flake di plastica vengono puliti da eventuali impurità, colori e/o materiali residui attraverso unità TOMRA aggiuntive, prima di essere inviati per la rigranulazione.

In questa fase le plastiche vengono compresse, fuse, filtrate, degassate, omogeneizzate e trasformate in pellet. Nella fase finale i pellet vengono confezionati in sacchi da una tonnellata, pronti per il riutilizzo in un’ampia gamma di applicazioni.

Integra è in grado di produrre resine di qualità personalizzate, come diversi tipi di materiali combinati di diversi colori, rendendo questo impianto unico e all’avanguardia.

By | 2019-06-14T15:52:00+00:00 14 Giugno 2019|Articoli, Tecnologie-applicate|Commenti disabilitati su Conferenza globale sul riciclo delle materie plastiche